Esplorando i legami tra la cultura romaní ed il campo della traduzione

Translation Romani ha deciso di mantenere l'uso del termine Romani per tutte le versioni linguistiche di questa website, includendo e riferendosi sia alla lingua sia alle popolazioni di tutte le diverse comunità etniche del mondo come per esempio le comunità Roma, Sinti, Manuš, Calé, Romanichal, Kalé, e tante altre. Per ulteriori spiegazioni leggere per favore gli importanti commenti esplicativi dei nostri traduttori e le traduzioni attualmente in uso ai diversi livelli locali, nazionali e regionali.

Chiudi questa finestra.
Translation Romani
Romaní, rromaní, zingaro?

Il termine zingaro e parole affini in altre lingue sono stati usati per secoli. Questi termini tendono ad essere associati a stereotipi negativi o ad avere una connotazione romantica. Sulla base di ricerche storiche, è una tesi generalmente accettata che queste parole siano le contaminazioni linguistiche dei termini atsinganoiæguptoi, che denotano coloro che vengono dal “piccolo Egitto”. Questi termini erano usati dai primi gruppi di immigranti romaní in Europa e nei Balcani, o per fare riferimento ad essi. Nel corso degli anni, i polacchi adottarono il termine Cygan, i rumeni Ţigan, gli ungheresi Cigány, ed i russi цыган. Allo stesso modo, gli italiani adottarono i termini Gitano e Zingaro, i francesi Gitan, e gli spagnoli Gitano. In inglese, la parola Gypsy, particolarmente se scritta con l’iniziale minuscola, è considerata denigratoria.

Gli studiosi moderni e gli attivisti hanno sostituito la parola con il termine più generale e preciso romaní, sebbene il suo uso sia ancora in fase di diffusione. Romaní deriva da rom, che molti, se non tutti i gruppi hanno tradizionalmente impiegato per indicare se stessi. La parola rom può avere il significato specifico di “marito”, o più generalmente quello di “membro del gruppo”. Il plurale roma è stato adottato da molte istituzioni e organizzazioni. Altri termini più noti usati dai gruppi romaní per indicare se stessi sono sinti, manuš, calé, romanichal, kalé, ecc.

Rromaní è un altro termine moderno accettato da molti. Come romaní, la parola rromaní si riferisce all’insieme dei diversi gruppi che vivono in varie nazioni e regioni in ogni parte del mondo. La doppia “r” nella parola rromaní corrisponde più precisamente alla sua pronuncia in molti dialetti. Nel caso di alcune lingue, il suo uso aiuta ad evitare possibili equivoci e confusione con parole dal suono simile, come Romania, Roma, ecc.

Anche romanes è comunemente usato nelle comunità e tra le persone che parlano la lingua. Letteralmente significa “alla maniera dei rom”.

 Bibliografia:

Hancock, Ian (1995), A Handbook of Vlax Romani, Columbus: Slavica Publishers, Inc.

Hancock, Ian (2002), We are the Romani people. Ame sam e Rromane džene, Hertfordshire: University of Hertfordshire Press. Interface Collection, coordinated with Centre de recherches tsiganes, Paris.

Karanth, Dileep (ed.), Danger! Educated Gypsy. Selected Essays. Ian Hancock (Hertfordshire: University of Hertfordshire Press, 2010).

LeBas, Damian and Acton, Thomas (eds), All Change! Romani Studies through Romani eyes (Hertfordshire: University of Hertfordshire Press, 2010).

Matras, Yaron (2002), Romani. A Linguistic Introduction, Cambridge: Cambridge University Press.

Proctor, Edward (2008), Gypsy Dialects. A selected annotated bibliography of materials for the practical study of Romani, Hertfordshire: University of Hertfordshire Press.


Translation Romani

Una parola romaní a caso Other Romani Word
Lashi mismeri (Kalderash)
Lačho djive (Gurbeti)
Lasho dyes! (Lovari)
Sukar/Latcho mismeri (Xoraxane)
 Good afternoon (EN)  Boa tarde (PT)  Bon après-midi (FR)  Buenas tardes. (ES)  Guten Tag (DE)  Jó napot (HU)  Buongiorno (IT)  Tünaydın (TR)  Dobré odpoledne (CS)


Volete tradurre questa pagina?
Vorresti tradurre questo articolo nella tua lingua? Ti preghiamo di inviare la tua traduzione a translation@translationromani.net. Verrà corretta e pubblicata su questo sito.